Stilelibero Ristoart: menù firmato Max Mariola per il nuovo locale romano

Si chiama Stilelibero. Senza spazi. Lo stile legato stretto alla libertà. Due concetti che si ritrovano nella forma e nel contenuto di questo nuovo locale che da appena due mesi anima le vie del quartiere Prati a Roma. Lo Stile si riconosce nella cura con cui sono state pensate le sale, nella boiserie in rovere con linee diagonali, nelle grandi lampade in ottone, nei tavoli e nelle panche di legno. Uno stile che fluisce libero e dalla prima sala, che dà sulla cucina a vista, si snoda fino a quella sottostante. Si scende una scala in ferro e legno e all’improvviso si ha quasi la sensazione di trovarsi dentro la scena di un film: le luci soffuse, lo splendido bancone in noce in stile inglese, il vociare allegro degli ospiti fra le note del pianoforte. Un pianista, un bicchiere di vino sul piano: non serve altro per spiegare come si declini lo “stilelibero” di questo locale. Un ristorante, ma anche un cocktail bar, un club dove ascoltare musica dal vivo, e magari dare una sbirciata alla proposta artistica permanente, con fotografie, collezioni di gioielli e borse sparse qua e là nelle sale.

Anche il menù, curato dallo chef televisivo del Gambero Rosso Max Mariola, segue questa direzione: pochi piatti per esprimere uno stile personale e quanto più possibile libero da etichette. Tra tradizione e modernità. Regionale, ma anche internazionale. I piatti sono pensati per valorizzare al meglio gli ingredienti, scelti con cura e di qualità.


Gli antipasti si dividono in fritti, cotti e crudi, cui si aggiungono delle proposte di salumi e formaggi. Gustose le polpette (proposte in tre versioni: di agnello, di ceci e baccalà) con una panatura croccante e asciutta. Fra i cotti, merita sicuramente di essere assaggiato l’uovo su crema di parmigiano con tartufo e cialde di pane. Un gioco di consistenze e sapori equilibrato ed estremamente appagante.

I primi e i secondi spaziano fra carne e pesce. Personalmente ho apprezzato l’inserimento nel menù di alcune proposte dagli accenti più forti, come il vermicello con aglio, olio, alici del cantabrico e mollica di pane o i totani ripieni di cime di rapa con salsa piccante. La pasta è tutta fatta in casa così come i dolci, veramente buoni.

Stilelibero è un locale in cui è davvero piacevole passare qualche ora, che sia per un pranzo smart o una cena tranquilla, o ancora per un aperitivo o un cocktail (vale la pena provarli!) da sorseggiare seduti al bancone ascoltando buona musica. Interessante anche la possibilità di gustare gli antipasti in versione ridotta per l’aperitivo.
Aperto dall’ora del tè fino a tarda notte, è un locale che permette di essere assaporato come meglio si crede, in libertà, ma sempre con stile.

Stilelibero
Via Fabio Massimo 68 – Roma
Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 2 di notte (tranne la Domenica)
Tel. 06.3219657

“Lo stile è un modo semplice per dire cose complicate”. – Jean Cocteau

ENGLISH VERSION

Stilelibero Ristoart: a menù signed by Max Mariola for this new restaurant

It is called Stilelibero. Without spaces between “Stile and Libero”. Style deeply tied to freedom. Two concepts that are in the form and substance of this new restaurant that animates the streets of the Prati district in Rome since september. Its style is recognisable in the care with which the rooms have been designed, the oak boiserie with carved diagonal lines, the large brass lamps, the wooden tables and benches. A style that flows freely and winds up from the first room, which overlooks the open kitchen, to the room below. You go down an iron and wooden staircase and suddenly you almost get the feeling of being in the scene of a movie: the soft lights, the beautiful English-style walnut counter, the cheerful voice of the guests chatting among the notes of the piano. A pianist, a glass of wine on the piqano: nothing else is necessary to explain how the “stilelibero” of this place is declined. A restaurant, but also a cocktail bar, a club where you can listen to live music, and maybe take a glance at the permanent artistic proposal, such as photography exhibitions, jewelry and handbag collections scattered here and there in the rooms. Also the menu, looked after by the Gambero Rosso TV chef Max Mariola, moves in this direction: few dishes to express a personal style as much as possible free from labels. Between tradition and modernity. Regional, but also international. The dishes are designed to enhance the best ingredients chosen with care. Appetizers can be classified into fried, cooked and raw, to which are added proposals of cold cuts and cheeses. Tasty the loaves (offered in three versions: lamb, chickpeas and cod) with a crunchy and dry breading. Among the cooked, it is certainly worth tasting the egg on parmesan cream with truffles and bread waffles. A balanced textures and flavors that is extremely satisfying. The main and the second course range from meat to fish. Personally I appreciated the inclusion in the menu of some very spicy proposals, such as the “vermicello” with garlic, oil, anchovies of Cantabrico and breadcrumbs or the squid stuffed with “cime di rapa e salsa piccante”. The pasta is all homemade as well as the desserts, and all are really good. Stilelibero is a very nice place to spend a few hours in, whether for a smart lunch or a quiet dinner, or even for an aperitif or a cocktail (worth trying!) To sip sitting at the counter listening to good music. Also interesting the possibility to taste starters in reduced version for the aperitif. Open from tea time until late at night, it is a place that can be apreciated freely and always in style.

Stilelibero
Via Fabio Massimo 68 – Roma
Open every day from 12:00 alle 2:00 am (closed on Sunday)
Tel. 06.3219657

“Style is a simple way of saying complicated things”- Jean Cocteau

English version by Francesco Fedele

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: