Eataly Roma: quando lo street food è gourmet

Street food: stuzzicante, goloso, economico. Una formula pressoché perfetta. Le potenzialità nascoste dietro uno spiedino o un cartoccio, infatti, sono praticamente infinite. Negli ultimi anni lo hanno capito bene anche nel nostro Belpaese e così food truck e apette variopinte hanno iniziato ad animare le vie cittadine con proposte originali e gustose. Sbarcato in Italia, il cibo di strada non poteva che prendere da subito delle connotazioni precise: allontanandosi innanzitutto dal binomio che lo vedeva abbinato al concetto di junk food. Da noi lo street food è ben presto diventato il format ideale per rilanciare le tradizioni regionali, esaltare le materie prime o mettere alla prova fantasia e tecnica dei grandi chef. Ebbene sì, anche lo street food può essere gourmet senza che si gridi al sacrilegio. Ne abbiamo avuto la prova qualche sera fa, da Eataly Roma.

Non è certo un caso che uno dei luoghi di incontro delle eccellenze agroalimentari italiane abbia deciso di dedicare un evento speciale allo street food reinterpretato in chiave gourmet. Dunque, cibo di strada sì, ma per intenditori. Fra le proposte che abbiamo assaggiato in questa gustosissima serata, notevoli i supplì di Edoardo Papa (ristorante “Biglietto prego” di Roma). Particolari perché non panati, ma fritti nella pastella, ripieni di riso carnaroli con zucchine, gorgonzola e dadini di mortadella artigianale.

Appagante, seppur delicato, il tacos proposto dallo Chef Marco Visciola (Ristorante “Il Marin” di Eataly Genova), ripieno di tonno con alalunga scottato, emulsione di verdure grigliate e pinzimonio di stagione.

Strepitoso il carpaccio di baccalà in saor di Alberto Basso (Ristorante “Trequarti” di Vicenza): una vera esplosione di sapore, in cui tutti gli ingredienti restavano riconoscibili pur fondendosi armonicamente sul palato. Un piatto che mi ha conquistata, sebbene abbia qualche difficoltà a immaginarmi mentre lo mangio per strada.

Sorprendente, infine, il piatto pensato per l’occasione da Enrico Panero, Corporate executive chef Eataly mondo. Stiamo parlando del Picchiapò d’estate, ovvero la classica preparazione romana del bollito alla picchiapò rivisitata in chiave estiva e “street”. Un piatto inedito, esteticamente accattivante e, soprattutto, buonissimo. Un esempio di come, in Italia più che mai, il cibo di strada rapresenti una grande opportunità per far conoscere la nostra cultura gastronomica portandola per le vie, rendendola accessibile a tutti. Per chi fosse curioso di assaggiarlo (e ve lo consiglio vivamente) il picchiapò d’estate resterà in carta al ristorante della carne di Eataly Roma.

Questi gli altri piatti che abbiamo assaggiato:

Mini Kaphen con burrata, scampi e n’duja (Simone Bllicu e Daniele Ladaga)

Trippa fredda alla romana con pane giotto, scaglie di pecorino semi stagionato e menta fresca (Roberto Cotugno)

 

Eataly Roma
Piazzale XII Ottobre 1492 Roma
Tel. +39 06 90279201

 

“Soltanto gli idioti non sono buongustai” – Guy de Maupassant

ENGLISH VERSION

Eataly: when street food turns into gourmet

Street food: tantalizing, affordable, sweet tooth. Almos a perfect formula. The hidden potentialities behind a skewer or a wrap are infinite.
In the last few years this issue has spread all over Italy. Food trucks and food mopeds bring original and tasty food in the streets
As soon as street food has reached Italy, it has taken a clear profile: paring way from the so called junk food it has turnde into an ideal format to relaunch local recipes and raw materials that challenged inventiveness of great chefs.
Yes! Even street food can be a gourmet and it’s not outrageous at all. We witnessed this a few evenings ago at Eataly Roma
And it’s not surprise that one of the meeting places of the italian agri food excellences has set a special event for street food in a gourmet key.
Among the suggestions we have tasted during the evening: the great supply by Edoardo Papa ( “Biglietto prego” Restourant in Rome). Made of carnaroli rice, gorgonzola, mortadella cubes and courgettes; peculiar for its missing breading replaced by batter.
Fullfilling, although delicate is the tacos by Chef Marco Visciola ( Il Marin Restourant from Eataly Genoa)filled with tuna, grilled vegs emulsion and season “pinzimonio”
Stunning cod carpaccio “in saor” by Alberto Basso ( Trequarti restourant in Vicenza) a burst of flavor in which all the ingredients remained clear and yet were armonically melted together. A dish that conquered me although I can hardly imagine eating it while in the street.
Surprising the recipe by Enrico Panero, Corporate executive chef Eataly world. We’re talking about the “picchiapò” the traditional roman stew revised in a “summer and street version”.
Original, aesthetically appealing , and very nice. Perfect example of how, expecially here in Italy, street food can be a grat chance to spread our gastronomic culture taking it in the streets and making it affordable for everyone.
For those who would like to taste it ( and I certanly recommend it) Picchiapò will be avaible at the meat restourant at Eataly all summer long.

 

“Only idiots aren’t gourmet” – Guy de Maupassant

English version by Francesco Fedele

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: