Baladin Open Garden

Un anno fa sono stata a Piozzo per visitare il nuovo birrificio Baladin dove Teo (Musso, fondatore del brand ndr) presentava anche il meraviglioso progetto del Baladin Open Garden

20170615_102551

Oggi il progetto è diventato realtà in perfetto stile Baladin (che io adoro) e ho avuto la fortuna di partecipare alla festa di inaugurazione aperta al pubblico il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate.

20170621_200149

L’ Open Garden si trova nello splendido territorio delle Langhe ed è un progetto di tutti, costruito da tutti anche grazie ad una campagna di crowdfunding come ci spiega Teo: “Questo è un luogo in cui potersi riunire con la propria famiglia o gli amici per trascorrere momenti di riposo in serenità e in armonia con la natura, ma anche uno spazio dove poter conoscere il mondo agricolo (e non solo della birra), giocare con i giochi di una volta – è un anti centro commerciale – e, soprattutto, divertirsi”.

Ogni domenica i visitatori potranno così fare il “picnic Baladin” nello splendido scenario langarolo del giardino dove ci saranno diverse aree di accoglienza dotate di grandi griglie alimentate da un braciere centrale: Baladin fornirà la brace, e le strutture, e chiunque potrà usufruirne gratuitamente.

Per chi arriverà a mani vuote sarà possibile acquistare frutta, verdura, uova, erbe, miele, pane, gelato, dolci, pesce, formaggio, nocciole, succhi e confetture – tutto prodotto nel massimo rispetto della terra e della biodiversità – nel mercato agricolo locale racContadino e nella macelleria di ottima carne piemontese (per i più pigri sarà attivo anche un servizio di cucina gestito dagli chef Baladin).

IMG_9102

Ma non è finita qui: all’interno della bellissima Cascina Coda del ‘600 è stato rimesso in funzione l’antico forno dove si farà il pane e ci sarà anche una birreria, una salsicceria, una torrefazione e un laboratorio del cioccolato.

Oltre a poter visitare il birrificio agricolo, moderno ed ecologico, è possibile vedere il luppoleto, a 800 metri da Baladin Open Garden, piantumato nell’estate del 2016, e un campo di orzo che, in aggiunta ai 400 ettari coltivati da Baladin nelle Marche e in Basilicata, contribuisce a produrre il malto necessario per la lavorazione della birra.

IMG_8754

Ancora una volta Teo e il suo staff, prezioso e affiatato, hanno fatto centro e creato una straordinaria realtà aperta a tutti, sempre coerente con quel lontano sogno nato nel 1986.

Non mancate alla festa Baladin 30+1 dal 12 al 16 luglio (inizio del picnic Baladin della domenica il 23 luglio).

“Perché la Birra è Terra e condivisione!” –  Teo Musso

Teo_garden

ENGLISH VERSION

BALADIN’S FEAST

A year ago I’ve been in Piozzo to visit Baladin’s new brewery where Teo Musso, founder of the brand, would introduce his new marvellous project: Baladin Open Garden.
Now this project is real, and is done in the typical Baladin style (which I adore). I’ve had the privilege to attend the opening on the 21st of june: summer solstice.
The Open Garden is in the beautiful land of the Langhe, inside the Piedmont Region, and it’s everybody’s project since it’s been achieved with a crowdfunding campaign.
Teo explains: “ This is a place in which you can come together with your family or your friends and enjoy nature and relax. It is a place where you can learn about agricultural community and play with old times toys and games. It is the “anti-shopping centre” mostly: a place in which you can have fun.
Every sunday, visitors will be able to make a “picnicBaladin” in the wonderful landscape of the Open Garden where several grills are heated by a huge central brazier: Baladin will provide ember and all the facilities free for everyone.
For those who will come in with empty hands, there’ll be the chance to buy: fruit, vegetables,eggs, herbs, honey, bread, ice cream, sweets, fish, cheese, hazelnuts, juices and jams; all produced according to nature in order to preserve biodiversity and sold at the “racContadino” market and at the butcher in site where the delicious piedmontese meat can be bought. And if you’re lazy, you can have it prepared by Baladin’s chefs.
It’s not over yet: inside the beautiful XVIIth century Cascina Coda, the ancient oven has been put back to work to bake bread again, along with an alehouse a “sausage house” a roasting and a chocolate lab .
More over: a minute walk from the Open Garden there is the “luppoletto” and a field grown in barley which, added to the fields grown in the Basilicata and Marche regions, provide the amount of malt that is necessary to produce beer.
Once again, then, Teo and his precious and thight knit staff have scored and created a free for all and extraordinary new situation always consistent with the dream dreamt back in 1986.
Don’t miss Baladin feast 30 + 1 from the 12th to 16th of july ( picnic Baladin starts on sunday 23rd )

“Because beer is land, is sharing!” – Teo Musso

English version by Francesco Fedele

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: