Kimbo loves pasta: a Napoli, un insolito matrimonio

Un matrimonio in grande stile con il “Signor caffè” che entra cantando nella cinquecentesca chiesa di San Rocco a Chiaia pronto ad accogliere la “Signora pasta”. Solo una città come Napoli può permettersi di ospitare una “cerimonia” di questo tipo: allegra e colorata, eccessiva e dissacrante. Caffè e pasta, personificati da due giovani attori, entrano cantando fra lo stupore di tutti i presenti. Si celebra il matrimonio e poi si aprono le danze:ora i protagonisti sono padelle e fornelli, si inizia a cucinare il frutto di questo insolito matrimonio. Stiamo parlando della pasta al caffè Kimbo, nuova linea di alta qualità che sarà lanciata sul mercato il 21 marzo nelle varianti Caccavella, Fusilloni, Paccheri e Mezzi Paccheri.

L’azienda di caffè, da più di 50 anni simbolo dell’espresso napoletano, si incontra con lo storico pastificio artigianale di Gragnano dei fratelli Moccia, la Fabbrica della pasta. La farina di caffè Kimbo è stata sapientemente miscelata con le migliori farine di semola, la pasta è trafilata al bronzo ed essiccata a bassa temperatura. Il risultato? I sentori di caffè si percepiscono già all’olfatto. Al gusto sorprende la consistenza della pasta, corposa e appagante, che lascia sul palato un sentore di ruvidezza che ricorda appunto la farina di caffè. Il tutto in sole 355 calorie per porzione e con la totale assenza di sale.

Insomma, un prodotto interessante, che ben si presta alle più svariate sperimentazioni gastronomiche sia dolci che salate. Un assaggio lo abbiamo avuto durante questo insolito evento, il cui “banchetto” era curato dallo chef Pietro Parisi. Ma la pasta al caffè Kimbo sembra creata apposta per dare libero sfogo all’estro di chef e appassionati, dunque, largo alla fantasia!

“Dovunque sono andato nel mondo ho visto che c’era bisogno di un poco di Napoli”. – Luciano De Crescenzo

ENGLISH VERSION
A fashion wedding of “Mr. Coffeeand Miss Pasta”: hecomes in the sixteenth-century church of San Rocco a Chiaiato welcome her. Only Naples can be able to host a that particular “ceremony”: cheerful and colourful, excessive and irreverent. Coffee and pasta, personified by two young actors, come inside singing to the amazement of everyone. The wedding was celebratedand then start the show: pans and stove to cook this unusual wedding. We’re talking about pasta made with Kimbo coffee, a new line of high quality that will be on market the March 21st in three different sizes: Caccavella, Fusilloni, Paccheri and Mezzi Paccheri. The coffee company, anemblemof Neapolitan Espressofor more than 50 years, meet the historical Gragnano pasta Company by Moccia brothers. The Kimbo coffee flour has been skilfully blended with the best semolina flour, bronze drawn and dried at low temperature. The result? At onceyou can taste the coffee smell. The palate is surprised by the pasta consistency, satisfying, that leaves a hint of roughness, reminiscent of the coffee flour. Only 355 calories forportion and without salt. An interesting product perfect for different gastronomic experiments both sweet and salted. We taste this pasta during the “banquet” curated by the chef Pietro Parisi during this unusual event. The coffee pasta Kimbo is ideal for the chefs’ imagination and the creativity”!

“Everywhere I went in the world I saw that we needed a little bit of Naples”. – Luciano De Crescenzo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: