Sua maestà l’amatriciana

Che siano spaghetti, bucatini o mezze maniche, non c’è dubbio, l’amatriciana mette d’accordo tutti. Non c’è posto per le polemiche su ingredienti e variazioni sul tema, pochi ma di ottima qualità. Sull’amatriciana non si scherza, soprattutto a Roma e dintorni.
È una ricetta semplice che richiede però passione e gioia nel vedere il sugo che schizza sui fornelli: l’amatriciana è uno di quei piatti che predispone al buonumore e alla convivialità, di quelli che cominci ad avere l’acquolina già mentre tagli il guanciale. Un piatto che richiama, doverosamente, la scarpetta. E ho detto tutto.
In questo caso ho avuto un ottimo pretesto per concedermi questo appagante primo piatto: la pasta di casale Nibbi, azienda agricola di Amatrice, una mezza manica particolare (leggermente più stretta), trafilata in bronzo, perfetta ad accogliere il sugo e ad abbracciare il pecorino. Provare per credere!

20170130_192906-1-1

Ingredienti per 4 persone
–    400 gr mezze maniche
–    100 gr guanciale
–    80 gr pecorino romano
–    500 gr pomodori pelati San Marzano
–    50 ml ca vino bianco secco
–    Olio Evo qb
–    Un peperoncino (facoltativo)

Mettete a bollire l’acqua per la pasta e intanto preparate il sugo. Tagliate il guanciale a striscioline e mettetelo in una padella larga. Fatelo sciogliere lentamente, quindi bagnatelo con il vino bianco. Non appena il vino sarà evaporato, aggiungete l’olio e il peperoncino. Fate rosolare a fiamma vivace finché il guanciale non sarà croccante. A questo punto togliete il guanciale e tenetelo da parte.

Versate il pomodoro nella padella dove c’era il guanciale e aggiustate di sale. Fate cuocere per cinque minuti circa a fuoco vivace (gli schizzi sui fornelli vi indicheranno che state facendo un buon lavoro!), quindi togliete il peperoncino e continuate la cottura a fuoco basso, finché il sugo non si sarà ristretto. In ultimo aggiungete il guanciale e amalgamate bene il tutto per far insaporire.


Cuocere la pasta in acqua bollente, scolatela rigorosamente al dente e tuffatela nella padella con il sugo. Mantecate a fuoco vivace aggiungendo il pecorino.
Servite le mezze maniche all’amatriciana ben calde con una ulteriore generosa spolverata di pecorino.

20170130_200855-1-1
“La vita è una combinazione di pasta e magia”. – Federico Fellini

 
ENGLISH VERSION
Spaghetti, bucatini or short pasta like “mezze maniche” amatriciana is the sauce that everyone loves. There is no doubt about excellent ingredients and variations on the theme, amatriciana is nota joke, especially in and around Rome.
It is a simple recipe but it requires passion and joy mostly “seeing the sauce splashing on the stove”: amatriciana is one of those dishes that makes good humor and conviviality, one of those who begin to feel hungry cuts even as the bacon. A dish that wants the “scarpetta” (the Italian word that means “pick up the sauce with the bread”). That’sall!
In this case I had a great reason to give me this satisfying main dish: pasta Nibbi a farm house from Amatrice (Ch) especially “mezze maniche” pasta (slightly narrower), bronze extruded, perfect to accommodate the sauce and to embrace the Pecorino cheese. Seeing is believing!

Ingredients for 4 people:
– 400 gr mezze maniche pasta by Nibbi
– 100 gr guanciale or bacon
– 80 g Pecorino cheese
– 500 gr San Marzano tomatoes
– 50 ml dry white wine
– Extra virgin oli
– A chilli (optional)

Boil water for pasta and in the mean time prepare the sauce. Cut the bacon into strips and place in a large pan. Do it slowly melt, then moisten with white wine. As soon as the wine has evaporated, add the oil and chilli. Sauté over high heat until the bacon crispy. At this point, remove the bacon and keep away. Put the tomatoes into the pan where there was the fat of bacon and taste for salt. Cook for about five minutes on high heat (the sketches on the stove will show you that you are doing a good job!), Then remove the chilli and cook it over low heat until the sauce is restricted. Finally add the crispy bacon and mix well to flavor.
Cook pasta in boiling water, drain it “al dente” and add the sauce. Stir over high heat, adding the Pecorino cheese.
Eat it hot with a further generous sprinkling of pecorino.

“Life is a combination of magic and pasta.”– Federico Fellini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: