Il panettone? È nel barattolo!

Goloso appuntamento martedì scorso da Trimani, storica enoteca romana, per presentare il panettone in vasocotturaBonverre. Questa tecnica di cottura ha molteplici vantaggi per cui, per esempio, allunga la conservabilità senza aver bisogno di edulcoranti né conservanti mantenendo così tutte le proprietà nutrizionali e i sapori, racchiusi ermeticamente nel vaso, restano intatti. Si tratta di un metodo originale che ripropone il classico panettone in un dolce a tuttotondo, non più legato alla stagionalità delle feste natalizie.

img_4728
Altro punto di forza del prodotto è la raffinatezza del vaso che rende il panettone Bonverreun cadeaux tres chic. Un dolce che si presta a interessanti “variazioni”, come quella presentata ieri dallo Chef Andrea Valentinetti che ha proposto un panettone in vasocottura con albicocca sciroppata e zenzero candito arricchito con spuma di mascarpone, mango saltato al rum, biscotto al the verde e meringhette. Qui la morbidezza del panettone si sposa perfettamente con la spuma di mascarpone, leggerissima, mentre la nota croccante è conferita dal biscotto e dalle meringhe. La scelta del mango con il lime aggiunge infine un tocco di freschezza decisivo in un piatto che altrimenti risulterebbe troppo spinto sulle note dolci.

img_4720
Il panettone si trasforma in un vero e proprio dessert non solo da fine pasto. Per accompagnarlo, dalla ricca scelta di Trimani, sono stati proposti due ottimi vini: un Moscato D’Asti DOCG (“Sant’Ilario” del 2014 della cantina Ca’ d’Gal) e un passito del Lazio IGP del 2013 (Passirò, Falesco).

img_4725

img_4721

“Se volete una buona regola, nel pranzo arrestatevi al primo boccone che vi fa nausea e senz’altro passate al dessert”.  – Pellegrino Artusi, La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, 1891

 

ENGLISH VERSION

Panettone? It’s in the jar!
Greedy appointment last Tuesday in Rome at Trimani, a historical Roman wine shop, to present the panettone cooked in a cooking pot by Bonverre. This cooking technique has many advantages. For example, it extends the shelf life without any sweeteners or preservatives, keeping intact all the nutritional properties and flavours, hermetically enclosed in the jar. An original method that reproduces the classic panettone in a sweet without season and not only for Christmas time.
Another streght of the product is the refinement of the vessel that makes the cake Bonverre a special cadeauxtres chic.
A dessert with interesting “taste”, like the one presented yesterday by Andrea Valentinetti Pastry Chef who proposed a panettone cooked in a cooking potwith apricot syrup and candied ginger with mascarpone mousse, mango jumped rum, green tea biscuit and the little meringues. Here the softness of the cake match perfectly with mascarpone mousse, very light, while the crisp note is conferred by the cookie and meringues. The choice of mango with lime finally adds a touch of freshness decisive in a dish that would otherwise be too pushed on the sweet notes.The panettone become a real dessert for every moment of your day! To accompany it, from the rich choice of Trimani, they have been proposed two excellent wines: MoscatoD’Asti DOCG (“Sant’Ilario” of 2014 by Ca ‘d’Galwinery) and a passito wine from Lazio PGI 2013 (Passirò, Falesco ).
“If you want a good rule, in the dining stop to the first bite that makes you nauseous and certainly passed to dessert” – Pellegrino Artusi, Science in the Kitchen and the Art of Eating Well, 1891

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: