“Flower power” secondo lo chef Igor Macchia

Natura, arte, architettura e… cucina. Avevamo già parlato di architettura con Igor Macchia, territori senza confini che si intersecano e creano suggestioni e nuovi mondi possibili. Fiori ed erbe spontanee si prendono la rivincita: elementi di decoro e abbellimento estetico ma anche, e soprattutto, protagonisti delle nuove tendenze in cucina.

asparagi

Igor Macchia contempla la natura in tutte le sue molteplici forme – fiori, erbe aromatiche e spontanee e germogli secondo i ritmi delle stagioni. Igor raccoglie e cerca i fiori e le erbe nei sentieri delle colline torinesi, tra Rivalba, Moncucco, Sciolze, Pecetto e porta con sé una complice ed alleata, Viviana Sorrentino, naturalista, esperta di erbe spontanee e raccoglitrice. Vere e proprie esplorazioni dove i momenti migliori sono quelli in cui le erbe e i fiori sono stati asciugati dai raggi del sole o prima del tramonto. Il rituale di cogliere le erbe è anche nutrimento per il corpo e per l’anima.

bottoni

Fiori di timo selvatico, ficaria, germogli di pisello, violette e girasoli, cerfoglio e rucola selvatica e poi lunaria annua, gallum odoratum, menta acquatica… Ogni erba e fiore ha una storia e una leggenda da raccontare e ogni racconto è un ingrediente da inserire nel piatto della cucina di Igor, un viaggio nelle tradizioni e nei sapori tra antiche saggezze che rischiano di perdersi. Il verde regna in cucina con grazia, leggerezza e armonia, legando fra loro cibi ed ingredienti, una cucina dominata dall’amore per le cose buone e semplici.

“In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca”. – Hohn Muir

ciliegie zenzero

ENGLISH VERSION

Nature, art, architecture and cuisine…. We had already talked about Igor Macchia architecture, territories without borders, suggestions and new worlds. Flowers and herbs you take revenge: not only elements of decoration, but also protagonists of the new trends in cooking.
Igor Macchia contemplate nature in many forms – flowers, herbs and buds that follow the rhythms of the seasons.
Igor collects and looks for flowers and herbs in the trails of the Turin hills, between Rivalba, Moncucco, Sciolze and Pecetto, he brings with him a partner, the naturalist Viviana Sorrentino, an expert on herbs and collector of them. Real explorations where the best moments are those in which herbs and flowers were dried by the hot sun or before sunset. The ritual of reap the herbs is also nourishment for the body and soul.
Flowers of wild thyme, pea shoots, sunflowers and violets, chervil, wild rocket, lunaria annual, Gallum odoratum, water mint … Each herb and flower has a history and a legend to tell and each story is an ingredient to be included in the cooking of Igor, a trip in the traditions and flavors of ancient wisdom that could get lost.
Green reigns in the kitchen with grace, lightness and harmony, tying each other foods and ingredients, a kitchen dominated by love for the good and simple things.

“Walking in nature one receives more than what they are looking for.” – Hohn Muir

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: