Il Tuo Tulipano e Bellantonio, cibo e preghiera

Non avevo mai conosciuto una persona che fa profumi, chi solitamente viene chiamato “naso”. Hilde Soliani è una di questi, ma anche molto altro, una donna libera, sensibile, curiosa, determinata, profonda, generosa. Dopo numerose esperienze professionali all’estero, come consulente marketing, rientrata in Italia per stare vicino alla famiglia, decide di cambiare vita e di darsi al teatro, sua vera passione, e seguire l’istinto e l’eredità di naso della nonna: creare profumi.

Ogni sua fragranza richiama un momento della sua vita, una reminiscenza, un impressione.

Inizia con “Il tuo tulipano” rosso, agrumato e fresco, ispirato da un mazzo di fiori e dalla parola “Ti amo” ed è subito un successo negli Stati Uniti, venduto solo in profumerie d’elite o con prodotti di nicchia. Segue “Il tuo tulipano” giallo, che ricorda il profumo di Parma, sua città d’origine, e poi la serie ispirata al teatro, quello di Parma, che frequentava con il papà: “Vecchi rossetti”, che richiama il camerino delle dive e la violetta; il famoso “Bell’antonio”, che si rifà al foyer dove, durante l’intervallo, sentiva l’odore di sigaro, pipa e l’aroma del caffè; o il “Loggione” che richiama il luogo dove ci sono gli appassionati di musica lirica, come una macedonia, quella di Massimiliano Alajmo, con bacche di ginepro e menta… Ed ecco che il cibo comincia ad entrare nelle sue collezioni, perché “non esistono profumi ma odori che si sentono nella pancia”, che rimandano a sensazioni, ricordi, emozioni.

Della linea “Momenti” abbiamo “mmm” sempre da un piatto di Alajmo, dei ravioli destrutturati, che lei richiama con burrata, burro, incenso o basilico; o la “Bambolina”, un deciso riferimento all’ amarena, ai profumi di un temporale estivo che l’ha sorpresa sotto l’albero di questa ciliegia; o il “Cioco spezissimo” con cioccolato fondente e basilico, come gli infusi che faceva la nonna; o il “Con Affetto” con mandorla, fiori d’arancio e zucchero, fatto dopo il matrimonio di una cara amica e molti altri.

Nel 2008 crea 4 profumi di chiara ispirazione culinaria: Acquissima, ispirato ad un piatto di polipo al vapore, tè verde e gelsomino dello chef Claudio Sadler; il “Dolcissimo”, nato a Milano, crema catalana, tabacco e sherry; “il “Freschissimo”, come una tisana di zenzero, zucchero di canna e lime; il “Salissimo” da un risotto di Alajmo con zafferano e liquerizia.

20140315164245856

La sua sfida, con le sue linee, è indossare qualcosa a cui non siamo abituati, osare un profumo incredibile, improbabile, diverso, insolito, apparentemente inaccettabile come indossare un alimento o un piatto.

Imperdibili i suoi percorsi multisensoriali al buio, dove i sensi vengono risvegliati e le emozioni vissute sollecitate. E se poi si vuole andare in profondità, vista anche la sua forte emotività e sensibilità, la sua ricettività nel sentire le persone, si può provare “Prega con Hilde”, un esperienza toccante e straordinaria, dove, con una foto, una musica ed una preghiera, troverai anche la tua fragranza personale. Il mio profumo è “MMM”, il tuo?

“Siate come una rosa, parlate mediante il vostro profumo”Sathya Sai Baba

ENGLISH VERSION

I had never met a person who makes perfumes, who is usually called a “nose”. Hilde Soliani is one of these, but even more, she’s a free, sensitive, curious, determined, deep, generous woman. After several professional experiences abroad, as a marketing consultant, she returned to Italy and she decides to change her life and to be an artist, a theatre actress, her true passion, to follow her instincts and her grandmother entail: to create perfumes.


Each fragrance recalls a time in her life, a reminiscense, an impression.
She start with “Il tuo Tulipano” red, citrusy and fresh, inspired by a bouquet of flowers and the words “I love you”: it was an instant success in the United States, only sold in elite perfumeries. After this “Il tuo Tulipano” yellow was born, reminiscent of the scent of Parma, her hometown.

Then the series inspired by the theatre of Parma, who attended with her father: “Vecchi rossetti” which recalls the divas’ dressing room and the violet flower; the famous “Bell’antonio” which refers to the foyer where, during the interval, she could feel the smell of cigar, pipe and coffee; or “Loggione” which refers to the place where Opera’s lovers, such as the Maximilian Alajmo’s fruit salad with juniper berries and mint…

And here the food starts to get into her collections, because “there are no perfume but smells but in the belly” which refer to sensations, memories, emotions.
The line “Moments” with “MMM” an Alajmo’s dish again, unstructured ravioli, which she recalls with burrata cheese, butter, incense and basil; or “Bambolina”, a reference to black cherry, with the scents of a summer storm that surprise her under the cherry’s tree; or “Choco spezissimo” with dark chocolate and basil, as an infusion that her grandmother made; or “Con Affetto” with almond, orange blossom and sugar, made ​​after a dear friend wedding.

In 2008 she created 4 scents of culinary inspiration: “Acquissima”, inspired by a dish of a steamed octopus, green tea and jasmine by the chef Claudio Sadler; “Dolcissimo”, creme bruleè, tobacco and sherry; ” Freschezza ” as an infusion of ginger, brown sugar and lime; the “Salissimo” a rice made by Alajmo with saffron and liquorice.

20140315164245856
Her defiance is wear not something we are used to wear, dare an amazing scent, unlikely, different, unusual, apparently unacceptable to wear as a food or a dish.


Guests can enjoy her multi-sensory walk in the dark, where the senses and the experienced emotions are awakened. If you want to go in depth, considering also her strong emotions and sensitivity, her receptivity to hear the people, you can try “Pray with Hilde” a touching and extraordinary experience, where, with a photo, music and a prayer, you will also find your own personal fragrance. My scent is “MMM” and yours?
“Be like a rose, talk with your perfume” – Sathya Sai Baba

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: