Il numero Uno di Dispensa da Romeo

Avevo già parlato del numero zero di Dispensa. L’altra sera Romeo Chef & Baker ha preparato un aperitivo in occasione della presentazione del numero 1 di Dispensa. Rivedere Martina Liverati, giornalista e fondatrice di questo interessante bookzine stampato in carta riciclata da scarti alimentari, è sempre una bel momento. Mi racconta che il numero zero era una scommessa – gli articoli erano di valore – ed ha avuto un notevole successo per cui il progetto è andato avanti con questo numero 1, dedicato alla carne.

Martina Liverati e Cristina Bowerman

Martina Liverati e Cristina Bowerman

Non ci racconta di vegetariani o carnivori, ma “di chi sta dietro la carne”, la produce, l’alleva, la macella, la cucina e la mangia in maniera consapevole, etica e con coscienza. E chi scrive racconta di esperienze, ricordi, degustazioni, futuro, piccole ed appassionanti storie e foto straordinarie, da sfogliare, su cui riflettere, soffermarsi e semmai leggere nuovamente.

20140328185327626
Grande coraggio Martina, per il tema trattato e per avere fatto, in quest’era dominata da Internet, un giornale frusciante senza pagine pubblicitarie.
Ad accompagnare Dispensa nella splendida cornice di Romeo c’erano gli ottimi assaggi di Cristina Bowerman – una strepitosa coppa di testa allo zenzero, la croccante focaccia con mortadella, gli immancabili bottoncini con pastrami di lingua, i deliziosi bahn mi con spread di fegatini di pollo – ed un ottima birra artigianale Birra Del Borgo.


“Matto, furioso e privo di buon senso è chi del pasto non gode ogni senso” – Detto popolare
ENGLISH VERSION
I had already talked about Dispensa number zero. The other night at Romeo Chef & Baker has prepared a aperitif for the presentation of Dispensa number One. It is always a good time to see Martina Liverati, journalist and founder of this interesting bookzine printed on recycled paper, made with food waste. She tells me that the number zero was a gamble – the articles were full of value – and it had a remarkable success so she decide to go went ahead with this number One dedicated to meat.
It does not tell us about vegetarians or carnivores, but “those who are behind the meat” who produces it, who farm it, who butch it, cook and eat it in a conscious way, ethics and conscience. And the writer tell about experiences, memories, tastings, future, small and exciting stories and great photos to browse, to think, to linger and read it again.

Martina has a great courage, for the subject and for the way she get it done, in this moment dominated by Internet, we have a newspaper with swishing pages and without advertising .

To accompany Dispensa in the beautiful setting of Romeo there were the great tastes of Cristina Bowerman – an amazing coppa di testa and ginger, the crispy focaccia with mortadella, the ever green bottoni bread with pastrami tongue, the delicious bahn mi with a spread of chicken liver – and a good craft beer Birra Del Borgo.

“Fool, furious and devoid of common sense is one who does not enjoy the meal every sense “ – Said popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: