Cene clandestine parte seconda: Giuseppe Iannotti

Ieri sera, presso lo studio di Pippo Onorati di via del Mandrione 105 al Pigneto, c’è stata la seconda cena clandestina, anche questa sold out, come la prima! Il protagonista è stato lo chef Giuseppe Iannotti, chef beneventano, che con il suo Kresios – splendido ristorante gourmet, bistrot, resort raffinato e bottega di eccellenze – ha conquistato, nel 2014, una stella Michelin.
Tema della serata il Made in Sannio, territorio di riferimento a cui lo chef sta cercando di dare un identità ed una cultura gastronomica vera e propria.

Clima goliardico e divertente, molti con la curiosità di scoprire e conoscere questo giovane chef, che non ha deluso le aspettative. Iniziato con l’aperitivo con i prodotti de Il Buongusto e una Buskers Beer alla spina di Mirko Caretta, Iannotti ha fatto della cena uno show con un crescendo di sapori, consistenze, delizie, stupore e sorprese.

Dalla schiuma di patate, lardo di maiale nero, nocciola tostata e perlage di tartufo nero al suo famoso o’ Rau – cappelletto di pasta fresca con all’interno ragù di cinque tagli di carni diverse e tre tipi di pomodoro, passato, pelato e concentrato cotto per 72 ore – in una crema di mozzarella di bufala, talmente buono che è stato richiesto il bis da ogni commensale…

Come secondo il Kakoni, pancia di maiale morbidissima e sapientemente insaporita con zenzero, porro e salsa di soia – da mangiare tassativamente senza coltello – su una delicata ma decisa crema di zucca e senape con germogli dell’orto e sesamo tostato, ricciolo di cotenna fritto e julienne di cipolle e carote.

Infine il dolce, una scommessa per il “tavolo”: cos’è questo meraviglioso gelato “rosa” con retrogusto piccante? E qui lo chef ha saputo stupire tutti: un omaggio al tabacco Kentucky di Benevento, con croccante crumble al cioccolato fondente e sale, ganache di cioccolato fondente e frutto della passione e gelato al tabacco: una tripudio di applausi e incredulità, una corsa a rubare i residui nel sac a poche e del gelato.

Infine un improvvisata “carbonara”, molto apprezzata e gradita dai più, prima della foto finale di chi c’era.

Durante la cena erano presenti anche i fondatori della Onlus GENITIN, associazione che dà dare sostegno a chi necessità di Terapie Intensive Neonatali, che ci hanno raccontato la loro personale e toccante esperienza – e a cui andrà il ricavato della serata – detratte le spese vive di organizzazione della serata.

20140330212931564

C’è anche un’altra “Cena” già programmata che stavolta sarà un PRANZO Clandestino: domenica, il 13 aprile, domenica delle Palme pre pasquale, potranno venire anche i figli, di tutte le età (che non pagheranno!!!), ed “in cucina” ci saranno Paolo Parisi, Roberto Liberati e Carmelo Chiaramonte… servono dettagli? Meglio non perdere questa prossima ghiotta occasione e prenotate i vostri posti (per 2 o 4 persone) allo 3356334699 o prenota@ceneclandestine.it e ricordarsi di potare la tovaglia!!!!

“Il cibo trova sempre coloro che amano cucinare!” – Gusteau, Ratatouille

ENGLISH VERSION

Last night, at Pippo Onorati’s studio in  via del Mandrione 105at  Pigneto in Rome , there was the second clandestine dinner , sold out as the first! The protagonist was the chef Giuseppe Iannotti , from Benevento, who with his Kresios – wonderful gourmet restaurant, bistrot , stylish resort and shop of excellence – has won , in 2014, a Michelin star.
The theme of the evening was Made in Sannio, reference area to which the chef is trying to give an identity and a true gastronomic culture .

Collegiate atmosphere and fun, with a lot of curiosity to discover this young chef , who has not lived up to expectations. Started with an aperitif with the goods by Buongusto and Buskers Beer on tap by  Mirko Caretta, Iannotti has made the dinner show with a growing up of flavors, textures, delight, wonder and surprises.

From the foam of potatoes, black pork lard, toasted hazelnut and truffle perlage to his famous O’ Rau – cappelletto pasta with meat sauce made by five different cuts of meat and three types of tomato, past, peeled and concentrated cooked for 72 hours – in a cream of buffalo mozzarella, so good that it was required by each diner …

As the second Kakoni, soft pork belly  and expertly seasoned with ginger, leek and soy sauce – to eat absolutely without knife – a gentle but strong pumpkin cream and mustard, sprouts from the garden and toasted sesame seeds, fried pork rind curl and julienne onions and carrots.

Finally, the dessert, a bet for the “table”: what is this wonderful “rose” spicy ice cream? And here the chef impress everyone: a tribute to Kentucky tobacco of Benevento, with crunchy dark chocolate crumble and salt, dark chocolate ganache and passion fruit, ice cream tobacco: a riot of applause and disbelief.

Finally, a unexpected  “carbonara” pasta, appreciated and welcomed by most, before the final picture of who was there.

The dinner was also attended by the founders of the association Genitin, an association that gives support to those who need to Neonatal Intensive Care, they told us their personal and moving experience – and to which the proceeds from the evening will go – minus the cost of living organization of the evening.

There is also another “Dinner” already planned and it will be a Clandestine LUNCH: Sunday, April 13rd, Palm Sunday before Easter, may also be for children of all ages (which they will not pay ! ) and “in the kitchen ” there will be Paolo Parisi, Robert Liberati and the chef Carmelo Chiaramonte…  needit  details? Better not miss this next wonderful opportunity and book your seats (for 2 or 4 people) at 3356334699 or prenota@ceneclandestine.it and remember to prune the tablecloth ! !

“The food is always those who love to cook!” – Gusteau , Ratatouille

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: