Pepe in Grani un anno dopo

E’ trascorso quasi un anno da quando andai per la prima volta da Franco Pepe, nella sua nuova pizzeria Pepe in Grani a Caiazzo. Questa volta ho anche fatto un bel giro per questo piccolo paese di circa 6000 abitanti. Ho scoperto scorci incredibili tra vicoli e stradine, palazzi e cortili nascosti, gallerie con panorami inaspettati.

Pepe in Grani ha un vista, dal belvedere, che toglie il fiato. Le camere, allora in fase di progettazione, sono accoglienti, moderne, ricercate, rilassanti.

La pizza di Franco è sempre più buona. L’impasto è leggermente cambiato – me ne sono accorta solo quando l’ho visto impastare, come sempre tassativamente a mano – rimane leggero e croccante, senza perdere consistenza e la fetta non si piega se la prendi con le mani! I suoi ingredienti sono al top e mi stupisce sempre come crea nuove armonie tra i gusti, come nell’ottima pizza asparagi selvatici, mozzarella di bufala e pancetta di nero casertano o l’incredibile Memento con una crema di cipolla di Alife strepitosa, la crema di ceci fredda e cicoria a crudo.

Lo staff è affiatatissimo e divertente, da Nicola, il suo braccio destro, al sorridente Cesare che porta e racconta dettagliatamente le pizze ai clienti, a chi sforna le pizze che Franco inforna, alle gentilissime ragazze in cucina ed in sala, che non hanno un attimo di tregua e non perdono mai la calma …. Quanta gente c’è sempre per mangiare la sua pizza… dalle 19 a mezzanotte il locale non si ferma mai e la gente aspetta, dentro e fuori dal locale, che arriva da Napoli, Caserta, Roma, Abruzzo…

La bontà della pizza di Franco sta nella sua semplicità, negli ingredienti che usa, nell’attenzione e nella cura che ci mette, nell’energia e nelle ore che dedica a tutto ciò, nelle persone con cui lavora e collabora, nel credere che lavorare bene oggi può ancora dare ottimi risultati.

“Fatte ‘na pizza c’a pummarola ‘ncoppa vedrai che il mondo poi ti sorriderà.” – Pino Daniele, Fatte ‘na pizza, 1993

ENGLISH VERSION

Last year I went for my first time to Franco Pepe, in his new pizzeria Pepe in Grani in Caiazzo – Caserta. This time I had a nice trip around this small town of about 6000 inhabitants. I found some incredible avenues and narrow streets, hidden courtyards and palaces, galleries with unexpected vistas.

Pepe in Grani has a view that takes your breath away. The rooms, right now, are cozy, modern , sophisticated, relaxing.

The pizza is always very good. The dough is slightly changed – I realized it only when I saw him kneading, as always, strictly by hand – pizza is light and crisp, without losing consistency and slice down if you take it with your hands! Its ingredients are over the top and always amazes me how he create new harmonies between tastes, as pizza with wild asparagus, buffalo mozzarella and bacon black Caserta pig or the incredible ” Memento ” with a softy creamy onion from Alife, the chicory cold and raw.

The staff is extremely harmonious and fun. Nicola, his assistant, Cesare, always smiling, that tells pizzas’ detail  to the customers, the nicest girls in the kitchen and in the dining room, which does not have amoment to stop and never lose their patience…. How many people is here to eat his pizza … from 7 pm to midnight the place never stops and people are waiting, inside and outside the pizzeria, which comes from Naples, Caserta, Rome, Abruzzo …

The goodness of Franco’s pizza lies in his simplicity, in the ingredients he uses, in attention and care that he puts on, in energy and in the hours he dedicated to everything, in the people who work with him, in the belief that working well, toda,y can still give good results.

Without ‘na pizza c’a pummarola ‘ ncoppa then you will see that the world will smile” – Pino Daniele, Without ‘na pizza 1993

Un commento

  1. Jeanine · ·

    Sembra l’inizio di una vacanza con un nonsoché di primaverile, viene voglia di posarsi in questa località per gustarsi poi una delle mmmmm… Pizze che già solo dall’aspetto sono sicuramente divine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: