Le 6 NAZIONI con il Tabarro

Quest’estate a Torriana durante Scorticata, la gastro festa organizzata da Fausto del Povero Diavolo, ho conosciuto Diego Sorba. Mi ha fatto assaggiare prosciutti superbi e vini eccelsi e ci siamo salutati con la promessa di vederci a Parma, presso il suo “Tabarro, posto di ristoro”.

Non ci sono ancora andata, mio malgrado, ma mi invita sempre ai suoi eventi, come la sua partecipazione al Postrivoro, o alle novità del Tabarro. Tra queste ieri mi è arrivata la sua mail, bellissima ed originale, per comunicare che al Tabarro sarà possibile vedere tutte le partite di rugby 6 NAZIONI.

La voglio condividere con voi perchè racconta di questo ragazzone conosciuto mentre cucinava, a piedi nudi, un “boccone del prete” all’una di notte, capace però di scrivere belle e delicate parole a un giocatore di rugby, altra sua passione, oltre a cibo e vino!

Ed è stata, per me, una meravigliosa ed inaspettata sorpresa! Tabarro… arrivo!

“Questa lapide commemora l’impresa di WILLIAM WEBB ELLIS, che con raffinata noncuranza delle regole del football così come veniva giocato ai suoi tempi per primo prese il pallone tra le mani e cominciò a correre, dando così origine al tratto distintivo del gioco del rugby. A. D. 1823″.

william_webb_ellisFine ottobre, tre mesi fa. Sono in trasferta-blitz a Mentone, vado a conoscere un giovane “cocinero” venezuelano di stanza in Costa Azzurra – Ricardo Chaneton, sous-chef del Ristorante MIRAZUR – con cui di lì a poco dovrò dividere la scena di un importante evento in quel di Faenza (per i curiosi c’è anche un video: https://vimeo.com/85110637 ).

Giro in maniche di camicia, è’ ancora bello teporoso il tempo su questa terrazza assolata a Ponente, e la luce non più verticale dà volume alle palme, ai cipressi, alle enormi foglie dei banani nell’orto-giardino qui sotto.

Logicamente mangio come uno slovato e finalmente in chiusura incontro il ragazzo per un doveroso scambio di idee.

Uscirò dal ristorante soltanto alle cinque del pomeriggio, ancora euforico di Blanc d’Argile.

Decido di fare quattro passi, per poi discendere in paese per caruggi e scalinate contorte che sono ancora Liguria.

Dopo neanche cento passi finisco in faccia a un ingresso secondario del cimiterino, un cancelletto in ferro battuto che porta alle tombe degli stranieri – normalmente nordici e protestanti, e un sacco di germanici e britannici – che dalla metà dell’Ottocento in avanti sono venuti a morirsene sereni qui, al calduccio della Riviera.

E fu così che la sensazione di “giornata perfetta” che mi accompagnava fin dall’istante in cui mi ero messo in viaggio diventò realtà: non posso credere ai miei occhi, ma proprio lì mi aspetta una piccola statua di granito che raffigura un ragazzino in corsa con tanto di pallone ovale di cuoio sottobraccio.

William Webb Ellis, il più famoso allievo della scuola di Rugby che con il suo gesto sfrontato diede vita allo sport di squadra più bello del mondo, è sepolto qui.

Sul muro di fianco scorgo persino lo stemma dell’ International Rugby Board e una placca con tutte le firme di tutti i capitani di tutte le Rappresentative Nazionali partecipanti alla Coppa del Mondo di Francia del 2007.

Cammino piano sul ciotolato e seguendo una freccia bianca mi ritrovo davanti a un autentico mini-mausoleo ricoperto di maglie di tutti i colori.

Tiro fuori un bigliettino da visita e lo appoggio ai piedi del lastrone di marmo, controfirmando: “Thank you very much, Mr Ellis – Diego, Parma, Italy”.

Comincia il 6 NAZIONI anche quest’anno, ragazzi!

E un’altra volta ancora il mondo può vedere cosa si riesce a fare con:

– una palla da rugby che ti passa tra le mani;

– un fascio di muscoli che sembrano molle nelle gambe;

– parecchio sale in zucca, a discapito dei fisici da bovini di razza piemontese “della coscia”;

– e soprattutto, tanto, ma tanto, ma tanto cuore da gettare oltre una linea bianca.

 ‘Ndemo fioi.

 TABARRO STAFF

TABARRO – Mescita e Dispensa – Posto di ristoro

Str. Farini, 5/b 43100 PARMA

tel. + 39 0521 200 223

ENGLISH VERSION

This summer in Torriana during Scorticata , the gastro party hosted by Fausto of the Povero Diavolo, I met Diego Sorba. I tasted excellent his wines and superb hams and we said goodbye with a promise to see each other at Parma, at his ” Tabarro , place of rest.”

I’m not still gone, in spite of myself, but he always invites me to his events, such as his participation in the Postrivoro, or the news about Tabarro. Among these, yesterday I received his e-mail, beautiful and original, to communicate that Tabarro will be able to see all rugby matches 6 NATIONS.

I want to share it with you because it tells the story about this guy that I met while he was cooking at 1am, barefoot, but able to write beautiful and delicate words for a rugby player, his other passion, besides food and wine!

And it was, for me, a wonderful and unexpected surprise! Tabarro… I’m coming!

” This plaque commemorates the feat of WILLIAM WEBB ELLIS, who with fine disregard for the rules of football as it was played in his time first took the ball in his hands and began to run , thus giving rise to the distinctive feature of the game of rugby . A. D. In 1823 . “

william_webb_ellisAt the end of October, three months ago.  I’m away in Menton, I’m going to know a young Venezuelan “cocinero”  stationed in Cote d’Azur – Ricardo Chaneton , sous- chef of Restaurant Mirazur – which soon  I will have to divide the scene of an important event in Faenza (for the curious , there is also a video: https://vimeo.com/85110637 ).

I’m in shirt sleeves, it is still nice weather on this sunny terrace to the west, and the light is not vertical and it gives volume to the palms, cypresses, to the banana leaves in the garden below.

Logically, I eat like too much and at the end I met the boy to exchange some ideas.

I will go out from the restaurant only at five in the afternoon, still euphoric of Blanc d’ Argile .

I decide to have a walk  and then to come down to the village for the twisted ways and staircases that are typicall of Liguria region.

After few steps  I arrived in front of a door of a little cemetery, a wrought iron gate leading to the tombs of foreigners – normally the Nordic and Protestants, and a lot of Germans and British – who by the mid-nineteenth century came to die peacefully here, in the warmth of the Riviera.

And so the feeling  of  “a perfect day ” who accompanied me since the moment in which I had been traveling became a reality: I can’t believe to my eyes, but in front of me there was a small granite statue depicting a young boy in race with a leather oval ball under his arm.

William Webb Ellis, the most famous pupil of Rugby School who, with his cheeky gesture gave life to the sport most beautiful in the world, is buried here.

On the wall of the side  I can see the coat of arms of the  International Rugby Board and a plaque with all the names of all the captains of all the national teams participating in the World Cup in France in 2007.

I was walk slowly on the cobblestone floor following a white arrow, when I arrived in front of a real mini- mausoleum covered with a mesh of all colors.

I pull out my business card and put it at the foot of the slab of marble, writing: ” Thank you very much, Mr. Ellis – Diego, Parma, Italy .”

Start the 6 NATIONS this year , guys.

And once again the world can see what you can do with :

– A rugby ball  that pass in your hands;

– A bundle of muscles in the legs that seem tongs;

– A lot of clevernes ;

– And above all, much more of heart to throw over a white line.

‘ Ndemo fioi .

TABARRO STAFF

TABARRO Wines and Pantry – Roadhouse

Str Farini, 5 / b 43100 PARMA

tel . + 39 0521 200 223

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: