Sweet peppers’ cake

L’altro giorno mi hanno portato gli ultimi peperoni della stagione, ovviamente di serra, ma avevano un buon profumo ed erano sodi come quelli che si trovano in piena estate.

Così ho pensato di farne una torta, velocissima, buona e particolare.

Ingredienti

  • 1 pasta sfoglia rotonda scongelata o dal banco frigo
  • 4 peperoni medi
  • 3 cucchiai di miele di acacia
  • sale e olio extra vergine di oliva qb

Lavate bene i peperoni, già puliti dei semi. Tagliali a julienne, non troppo piccoli, ma tutti uguali. Mettete sul fuoco una padella antiaderente con un po’ di olio extra vergine di oliva. Quando è caldo aggiungete i peperoni e fateli cuocere per circa 20 minuti, a fuoco vivo, e aggiungendo il sale. A fine cottura spegnete la fiamma e unite i tre cucchiai di miele, mescolando accuratamente. Intanto posizionate la sfoglia su una teglia, bucherellatela con una forchetta e accendete il forno a 180°C.

Quando i peperoni saranno tiepidi, aggiungerli sopra la sfoglia. Infornare per circa 20 minuti. Potete gustarla calda o fredda. Provare per credere.

Un peperone non sarà mai un carciofo” – Wittgenstein

ENGLISH VERSION

Last day I took the last peppers of the season, obviously in greenhouse, but they smell good and they were firm as those I found in the middle of summer time.

So I thought of making a cake, fast, good and special.

Ingredients

  • 1 pastry round thawed or refrigerated
  • 4 medium sweet peppers
  • 3 tablespoons of acacia honey
  • salt and extra virgin olive oil

Wash the peppers, already cleaned seeds. Cut them into thin strips, not too small, but all the same. Put a pan on the stove with a little extra virgin olive oil. When it is hot, add the peppers and cook for about 20 minutes over high heat. Add the salt. When they are cooked, turn off the heat and add the three tablespoons of honey, stirring thoroughly. Meanwhile, place the pastry on a baking sheet and turn the oven to 180 ° C.

When the peppers are cold add them on the sheet. Bake them for about 20 minutes. You can eat it hot or cold.

” A pepper will never be an artichoke “ – Wittgenstein

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: