Arriva il caldo, granita o gelato? No CREMOLATO!

20130421172815286Tra le mie prime cose  scoperte a Roma c’ è il cremolato. Sarà che quando mi sono trasferita era maggio, sarà che “la Casa del Cremolato” è a due passi da Villa Ada, ma questa fresca golosità è un ottima alternativa al gelato!

Questo è un locale storico. Nel 1966, il suo fondatore Umberto De Angelis, dimenticò nel refrigeratore delle fragole per un po’ di tempo e così nacque l’idea di questa delizia fatta solo di frutta, zucchero e ghiaccio.

Ma di cosa stiamo parlando esattamente?20130421171103800

Il cremolato si può comparare alla grattachecca, che è a base di ghiaccio grattato e succo di frutta o sciroppo, ma con una differenza fondamentale: nel cremolato l’alimento base è la frutta, e non lo sciroppo, che viene frullata, ghiacciata e alla fine «grattugiata» fino a che diventa finissima ma con la frutta a pezzettoni. Un buon cremolato deve avere molta frutta fresca a pezzetti e lo zucchero deve essere ben bilanciato per evitare che sia troppo aspro o eccessivamente dolce. Potremmo quasi dire che è una marmellata fredda, senza addensanti, né lavorazioni fatte con le macchine perché si solidifica naturalmente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma torniamo alla Casa del Cremolato, uno spazio interno piccolo ma con il dehor accessibile tutto l’anno, aperto tutti i giorni, dalla colazione all’aperitivo, al dopo cena, la cui specialità è il cremolato , che cambia a seconda della stagione: dal marron glacè alla fragola, al caco, la pesca, il lampone, la mora, il fico, la mandorla e il caffè, spesso accompagnato alla panna montata a frusta.

Qui è molto buono anche il gelato, che deve “essere freddo al palato”, come mi spiega Mario ( tiene corsi di gelato per gli stranieri) fatto alla vecchia maniera, come 50 anni fa, con i suoi difetti, senza grassi idrogenati. Sottolinea che ci vuole una grande esperienza nelle materie prime per ottenere buoni risultati.

Da aprile tutti i week end lo potete trovare anche a Trevignano, nell’antico borgo del 1300, dove si può respirare un’atmosfera medioevale e gustare un ottimo Cremolato.

Se volete gustarlo a Roma preparatevi a fare la fila ma vedrete che ne varrà la pena e farete il bis!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: