Il Forno dell’angolo Scarcella

20130326_123326Non è facile decidere di fare il panettiere a 20 anni, una vita di sacrifici, per gli orari e perché la giornata non finisce mai. Luca  ha deciso di farlo, un po’ per caso, visto che lo zio aveva una panetteria, un po’ perché  ha avuto l’opportunità di aprirne una sua e questa avventura ha iniziato a piacergli più di quanto pensasse.

Il suo forno è aperto tutti i giorni tranne la domenica, fanno orario continuato (e non è facile da trovare in una città come Torino), trovi il pane caldo a qualsiasi ora del giorno, dall’alba delle 5,30 al tramonto, il profumo di pane inebria la via.

Qui si trova anche il pane con il lievito madre e la farina macinata a pietra, 30 diversi tipi pane diverso, con le olive, la soia, la zucca, l’uvetta, farina integrale, segale, fiocchi d’avena e malto d’orzo, ma anche pizza rossa, romana, farcita, pizzette e salatini, torte salate e crostate, colombe classiche, con scorzette di arancia, cioccolato e pere, frutti di bosco in vista della prossima Pasqua.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il locale è sempre pieno, in qualsiasi ora, le quattro persone al banco ascoltano il cliente e lo aiutano nella scelta, il laboratorio, sul retro, è a vista da una porta finestra che da all’esterno, si inizia a lavorare alle 3,30 del mattino e si finisce alle 20, si impasta, si inforna, si sforna, si decora, si prepara, si cucina, ma qui la stanchezza non è di casa!

Luca ha rilevato questo spazio che era una panetteria già negli anni 50, lavora molto ma ormai questa è la sua vita che ha in serbo per lui un ampliamento e rinnovamento degli spazi la prossima estate.20130326_124159

4 commenti

  1. Grande persona Luca, disponibile e gentile.

  2. Grande Giacomo,meriti di realizzare tutti i tuoi sogni….

  3. veri professionisti

  4. Grazie Giancarlo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: