Cristina Bowerman l’unica italiana che ha fatto l’americana in Italia

Romeo-81Cristina Bowerman è un avvocato, un amante dell’arte e della fotografia, una mamma e, soprattutto, una grande cuoca!

Nasce in Puglia, con il desiderio di imparare le lingue del mondo ma di seguire anche le ambizioni della famiglia che la vuole avvocato, ma poi l’istinto la porta ad andare a San Francisco, “per imparare l’americano degli americani e vivere come loro”, dove studia, lavora, al coffe shop Higher Grounds ed entra, un po’ per caso, a contatto con il cibo, quello di qualità, lavorando per Spectrum Foods come graphic design (e apre un servizio catering “The Two Skinny Ladies”) e con gli chef più importanti della West Cost. La sua curiosità la porta ad imparare, guardando ed ascoltando, come si cucina, come si gestisce una brigata, come si scelgono le materie prime, come si amministra un ristorante: capisce che un cuoco è un professionista, il suo obiettivo è dimostrare che non ci si improvvisa a fare questo mestiere e che non è meno impegnativo che fare l’avvocato.

Si iscrive alla scuola Cordon Blue di Austin, in Texas, e inizia a muovere i primi passi: la passionRomeo-87e e la curiosità la portano a lavorare intensamente, affianca grandi chef e avrà il suo mentore in David Bull al Driskill Grill: non teme la fatica e il confronto, cresce, studia, assorbe tutto e torna in Italia, non per restare ma per seguire il suo percorso formativo: il suo obiettivo è rientrare negli Stati Uniti. Il suo paese d’origine però le offre opportunità a cui non può rinunciare e quindi si ferma, per nostra fortuna, e inizia a lavorare presso “Il Convivio Troiani”. Nel 2006 apre “Glass Hostaria” a Roma e nel 2010 riceve la sua prima stella Michelin: Cristina è “l’unica italiana che ha fatto l’americana in Italia”, unisce la tradizione culinaria italiana e internazionale alla capacità manageriale statunitense. A fine 2012 apre, con alcuni soci, “Romeo” – chef & bakery ed è un successo!

Cristina è passione, amore per ciò che fa, partecipazione a 360° della “sua azienda”, energia, ogni esperienza di vita è, per lei, arricchimento, vive tutto intensamente, comincia alle 8 e finisce alle 2, la sua forza sta nel non separare la famiglia dal lavoro, sono un tutt’ uno, e alla domanda “ma quale è il tuo segreto” ovviamente mi risponde “non abitare lontano da dove si lavora!”.

Identità Golose 2013

Identità Golose 2013

Se siete rimasti colpiti da questa donna, descritta così come lei stessa si racconta, allora sarete sicuramente travolti dalla sua cucina!

5 commenti

  1. Brava, brava, braca

  2. Segna in agenda anche questo per la mia prossima visita a Roma 🙂

  3. Bello questo post!
    Una chef strepitosa raccontata in modo semplice e chiaro.

    1. una donna vera che merita rispetto, una delle sue parole preferite!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: