Madrid

Quando vai in una città e non sai bene cosa aspettarti difficilmente ne rimani deluso: a me Madrid è piaciuta tantissimo! DSC02017Madrid è “maestosa”, dovunque ci sono grandi e bellissimi monumenti e palazzi che si affacciano sulle strade e sulle piazze principali, le fontane sono magnifiche, il Palazzo Reale è imponente, la Gran Via sembra non finire mai, c’è tanta luce, gli spazi sono aperti e domina il colore bianco. Il centro non è grande: ci sono gli autobus, efficenti e puntuali (hanno persino i seggiolini per i bambini…), la metropolitana pulita e con dodici linee che raggiungono tutta la città, ma si può anche camminare, in modo da poterne ammirare l’architettura e “sentire” la città che si muove e pulsa….

Madrid è arte, con il museo del Prado, Reina Sofia e Thyssen.

Madrid è passeggiare tra il Palazzo Reale e la Plaza Mayor, la più colorata di tutte, la Plaza de la Villa, la Plaza de Cibeles, forse la più bella, e la famosa Puerta del Sol, dove si può vedere il maestoso Palazzo delle Poste, la Casa de Correos, con l’Orologio, e le statue della Mariblanca e dell’Orso con il Madrono, simbolo della città.

plaza Santa Ana

plaza Santa Ana

Ma la mia preferita è la plaza de Santa Ana, presso il Teatro della Commedia, con la statua del poeta Federico García Lorca: rispetto alle sue sorelle maggiori è raccolta e tranquilla, un fascino retrò, un angolo di pace, malgrado sia contornata da bar e ristoranti con tavolini all’aperto….

Poi ci sono i curatissimi e meravigliosi parchi: il giardino del Buen Retiro, che è il “central park” madrileno, la Casa De Campo, il Giardino Botanico Reale, il Giardino del Capricho, il Campo del Moro e i Giardini Sabatini.

Madrid è movida, ma non solo puro divertimento: i madrileni amano si fare tardi, stare per strada, bere e mangiare insieme agli altri, spesso escono dall’ufficio e si danno appuntamento da qualche parte. Di sera la città si trasforma, nessun luogo ne è escluso. Un attenzione particolare ha il barrio di Chueca, dove la movida è nata e non ha orari, un luogo di rinascita per la città dopo i quarant’anni di dittatura franchista, ma anche negli alternativi quartieri di Malasana e Lavapies.

Churros

Churros

A Madrid si mangia ovunque e in qualsiasi momento del giorno: tortillas, tapas, paellas accompagnate da un birra fresca sono la caratteristica della città, che troverete nelle piazze e nelle vie più frequentate o al mercato di San Miguel, anche se è molto turistico. Senza dimenticare i dolcetti più famosi di Spagna, los churros, fritti e salati, accompagnati da una tazza di cioccolata calda: io li ho provati alla cioccolateria San Ginés, un antico locale: meravigliosi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: