Pizza in teglia alla romana a Verona

Romana in teglia

Ho conosciuto Renato Bosco  durante un corso per imparare a fare il pane e stava mettendo su una teglia una pizza: un impasto morbido, quasi gelatinoso, che aveva le bolle e lo massaggiava con le dita per stenderlo, quasi per paura di fargli male, romperlo…

Ovviamente non ho resistito e gli ho chiesto cos’ era quella cosa che, era si un impasto di pizza, ma non l’avevo mai visto così…. e lui semplicemente: è una teglia alla romana, con l’80% di acqua, farina e lievito madre.

Se l’aspetto era invitante, il gusto era sublime, paradisiaco, perfetto: croccante fuori e morbida dentro, da farcire o da mangiare semplicemente così, invitante e di cui ne avresti mangiato sempre…

Ho avuto molte altre occasioni di re incontrare Renato tra eventi, fiere e simposi tra professionisti: mi ha sempre lasciato stupefatta la bontà della sua pizza a cui aggiungerei la cura degli ingredienti per la farcitura, sempre diversi, sperimentando nuovi gusti, curandone la forma e la varietà.

Alla prima occasione sono andata a trovarlo nel suo regno:  Saporè, a San Martino Buon Albergo (Vr) ed ho scoperto che, oltre alla pizzeria, c’è anche, a fianco, un locale per la pizza da asporto, con il laboratorio a vista, così da poter assaggiare tranci diversi, facendosi attirare dal vasto assortimento che ogni giorno cambia e presenta.

Ma puoi anche trovare il pane, fatto con lievito madre (e che lui stesso “spaccia”) e la pasticceria fatta in casa, sempre seguendo il ritmo delle stagioni così come fa per la pizza: scopri i menù che ti faranno venire l’acquolina in bocca!!!!

A tutta questa bontà aggiugnerei la simpatia, la disponibilità e la cordialità di Renato, ma, come ci insegna la storia, dietro ad un grande uomo c’è sempre una grande donna, Samanta, che lo segue, lo sostiene e lo supporta in questa bellissima realtà veronese!

Che dire? Andate a trovarlo se passate di lì e… provare per credere, non ne rimarrete delusi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: