Il giardino dei limoni

20130518_133009Quando sono entrata nell’azienda Campisi, nata negli anni ’50 e alla terza generazione, mi ha colpito subito il profumo di limoni, inebriante e dolce.

Fabio Moschella è il presidente del Consorzio di tutela del Limone di Siracusa Igp, frutto della famiglia del Femminello, ed è stato lui a farmi conoscere la linea produttiva di questo prodotto.

Vediamo quale è il processo di lavorazione del limone.20130518_140952

La raccolta dei frutti è manuale, con guanti e con forbicine si taglia il peduncolo che lega il frutto alla pianta.

Da qui in poi il processo è tutto meccanizzato.

I limoni raccolti vengono lavati con acqua corrente sotto una vera e propria doccia. Passano poi su rulli rivestiti da spugne che assorbono l’acqua e questo processo viene chiamato “ballo del limone”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Perfettamente asciutti sono trasportati su una macchina dotata di “coppe”per un analisi computerizzata a 360° del prodotto, che viene selezionato a seconda della qualità riscontrata. I criteri di selezione sono peso, colore, calibro, diametro, etc.

Viene diversamente confezionato a seconda della destinazione che avrà. A mano, in cassette a strato con alveolo, se sarà un prodotto a vista, con un macchina pesatrice se finirà nella retina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il limone fresco si riconosce subito:  se viene grattata la buccia, sprigiona oli aromatici e lascia un gradevole profumo sulle mani.

Questa tipologia di limone viene raccolto in periodi diversi: primofiore, da ottobre a metà aprile, il bianchetto, da metà aprile a fine giugno, il verdello, dal 1 luglio a fine settembre. Questo perchè questo limone fiorisce più volte in un anno, dando quindi alta produttività, con gusto e sapori diversi. Il limone a buccia verde, per esempio, è molto interessante perchè molto ricco e con una fragranza intensa. A tal riguardo ho scoperto che questo tipo di agrume, raccolto verde e ottimo così come si presenta. Deve invece subire una deverdizzazione per diventare giallo. Questo perchè il consumatore finale non sa che a ottobre/novembre si può avere ugualmente un prodotto nazionale, fresco e maturo ma di colore verde. E per questo motivo il Consorzio si sta impegnando a fare una campagna di sensibilizzazione del consumatore finale per educarlo all’acquisto responsabile.

Era d’obbligo una passeggiata nel giardino dei limoni, tra questi alberi meravigliosi a chioma bassa, sotto la quale viene creato un corridoio per la raccolta… dove c’è una  porta naturale per accedervi! Questi alberi devono essere ben areati, esposti al sole ed irrigati. Le api si spostano da un fiore all’altro, le zagare hanno un profumo intenso e piacevole, gli ulivi centenari costeggiano il lungo viale di accesso e le piante di buganville coprono i muri della tenuta… sembra quasi di essere dentro ad un film.

L’ho ereditato da mio padre… non accetto nessun risarcimento!” – dal film Il giardino dei limoni

About these ads
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 589 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: